Relatore/Relatrice


Valentina Boffa Roculo

Casa per l'Autismo, Cooperativa Sociale Domus Laetitiae, Biella

BIOGRAFIA

Educatrice Professionale, laureata all'Università degli studi di Torino nel 2014, lavora dal 2015 come educatrice nelle scuole del biellese per il Servizio di Specialistica Scolastica, seguendo bambini autistici e occupandosi principalmente dell'aspetto comunicativo, relazionale e delle autonomie possibili. Dal 2018 educatrice presso La Casa per l'Autismo di Biella, dove segue bambini in intervento educativo individualizzato o in piccolo gruppo. Dal 2019 segue, con il Dott. Bert Pichal, il percorso fratelli per i siblings dei bambini con autismo.

Attività


S2. Il ruolo del caregiver: tra stress e resilienza


AMBITO CULTURALE-SOCIALE

Introduce e coordina:
Serafino Corti (Direttore Dipartimento delle Disabilità, Fondazione Sospiro Onlus, Università Cattolica di Brescia, CDA FIA - Fondazione Italiana Autismo e Comitato Scientifico SIASCA)

Promuovere la resilienza nei siblings e in famiglia
Bert Pichal e Valentina Boffa Roculo (Casa per l'autismo, Cooperativa Sociale Domus Laetitiae, Biella)
È estremamente importante che i siblings e i loro fratelli abbiano a disposizione degli strumenti per gestire i momenti di stress e le emozioni intense. Durante la relazione, saranno illustrate modalità per alleggerire lo stress e rafforzare la resilienza, con particolare riferimento ai siblings. Si porterà l’esempio dell’esperienza di Candelo, in provincia di Biella, dove è nato un gruppo per siblings che, attraverso diverse fasi di lavoro, ha visto il coinvolgimento anche di fratelli autistici e di qualche cugino/a o amico/a, portando al risultato dell’allargamento della rete di supporto delle famiglie.

“Da quando ho smesso di cercare ho imparato a trovare, da quando un vento si levò a me contrario veleggio su tutti i venti” (Friedrich Nietzsche): percorsi di crescita e sostegno ai genitori
Simonetta Lumachi (Responsabile psicopedagogico Associazione PHILOS, Genova)
La forza di una mamma che trasforma il “vento contrario” in punto di partenza e sprone per gestire e dominare i venti quotidiani che la vita le presenta, sfruttandoli, non solo a suo favore (ovvero della sua famiglia), ma mettendoli generosamente a disposizione di tante altre famiglie. Il suo essere “mamma di due bimbi con diagnosi di autismo” ha rappresentato solo il punto di partenza, ed oggi a pochi anni dal “buio” gestisce un’associazione dinamica e in forte crescita. La relazione si focalizzerà proprio sul lavoro con i genitori, strutturato in un'ottica di "rafforzamento" del rapporto di coppia e della resilienza sia personale che genitoriale.
 

Relatori: Simonetta Lumachi , Bert Pichal , Valentina Boffa Roculo

Simonetta

Lumachi

Bert

Pichal

Valentina

Boffa Roculo