Relatore/Relatrice


Liana Baldan

Formatrice Metodo Analogico

Attività


L'approccio analogico allo studio delle discipline alla scuola primaria

 

Il problema della scuola non è la complessità ma la lentezza a cui i bambini non sono abituati.

Con questa consapevolezza, dopo italiano e matematica, il metodo analogico propone nuovi contributi in altre materie di studio, basandosi sull’utilizzo di analogie, associazioni, immagini e strumenti, la visione globale e dall’alto, la ‘didattica a pioggia’, l’intuizione, l’autovalutazione e l’autoverifica, ecc., principi e applicazioni che hanno mostrato la loro efficacia in decenni di utilizzo in classe con i bambini.

Durante il workshop si approfondirà l’approccio alle scienze, in particolare si presenterà:

  • Scienze al volo come strumento per affrontare le prime classificazioni di animali e piante, per suscitare con la visione di insieme la curiosità e l’interesse dei bambini sulla categorizzazione degli esseri viventi che spinge poi ad approfondirne vari aspetti e le varie relazioni reciproche.

Inoltre, si affronterà l’approccio alla geometria formale con:

  • Geometria al volo che permette di affrontare il linguaggio formale della disciplina durante gli anni di scuola primaria.

L’approccio analogico allo studio delle discipline si rivolge a tutti i bambini indipendentemente dall’età e dai curricoli tradizionali; introduce una trasformazione profonda dell’apprendimento che è l’unica chance per un vero cambiamento della scuola, classe per classe, insegnante per insegnante.

 

DESTINATARI: Insegnanti di scuola primaria

 

Relatori: Camillo Bortolato , Mariarosa Fornasier , Liana Baldan

Camillo

Bortolato

Mariarosa

Fornasier

Liana

Baldan