Relatore/Relatrice


Filippo Barbera

Istituto Comprensivo Vicenza n.8

Maestro elementare specializzato in Psicopatologia dell’Apprendimento e nel Metodo Montessori, svolge un’intensa attività di studio sui DSA e di sensibilizzazione nelle scuole del territorio nazionale. È autore di "Un’insolita compagna la dislessia" (Cleup 2013) e di "Con-pensare i DSA" (Cleup 2014).

Attività


Giochi didattici ed educativi: Giocadomino, ma non solo

SCUOLA DELL'INFANZIA

SCUOLA PRIMARIA

Il tavolo operativo vuole essere un'occasione per sperimentare concretamente le potenzialità di alcuni giochi didattici ed educativi presenti nel catalogo Erickson come Giocadomino, Giocaquattro, Le carte del Trenino, Sillabe in Gioco, Cosa fanno gli animali…

I giochi sono volutamente molto semplici, sia nelle regole che nel funzionamento proprio per consentire al giocatore di focalizzare l’attenzione sui contenuti e/o sui processi sottesi nel gioco. Sarebbe del tutto superfluo fare lunghi discorsi per mettere in evidenza come si usano, ma sul pensiero che ne sta alla base una riflessione operativa può essere utile, in particolare per valorizzare al meglio alcune potenzialità di personalizzazione e di supporto all'autonomia che sono caratteristiche proprie dei giochi presentati e che possono risultare meno evidenti.

Relatori: Filippo Barbera , Ilaria Cervellin , Flavio Fogarolo , Chiara Onger

Filippo

Barbera

Ilaria

Cervellin

Flavio

Fogarolo

Chiara

Onger

Giochi didattici ed educativi: Giocadomino, ma non solo

SCUOLA DELL'INFANZIA

SCUOLA PRIMARIA

Il tavolo operativo vuole essere un'occasione per sperimentare concretamente le potenzialità di alcuni giochi didattici ed educativi presenti nel catalogo Erickson come Giocadomino, Giocaquattro, Le carte del Trenino, Sillabe in Gioco, Cosa fanno gli animali…

I giochi sono volutamente molto semplici, sia nelle regole che nel funzionamento proprio per consentire al giocatore di focalizzare l’attenzione sui contenuti e/o sui processi sottesi nel gioco. Sarebbe del tutto superfluo fare lunghi discorsi per mettere in evidenza come si usano, ma sul pensiero che ne sta alla base una riflessione operativa può essere utile, in particolare per valorizzare al meglio alcune potenzialità di personalizzazione e di supporto all'autonomia che sono caratteristiche proprie dei giochi presentati e che possono risultare meno evidenti.

Relatori: Filippo Barbera , Ilaria Cervellin , Flavio Fogarolo , Chiara Onger

Filippo

Barbera

Ilaria

Cervellin

Flavio

Fogarolo

Chiara

Onger

Giochi didattici ed educativi: Giocadomino, ma non solo

SCUOLA DELL'INFANZIA

SCUOLA PRIMARIA

Il tavolo operativo vuole essere un'occasione per sperimentare concretamente le potenzialità di alcuni giochi didattici ed educativi presenti nel catalogo Erickson come Giocadomino, Giocaquattro, Le carte del Trenino, Sillabe in Gioco, Cosa fanno gli animali…

I giochi sono volutamente molto semplici, sia nelle regole che nel funzionamento proprio per consentire al giocatore di focalizzare l’attenzione sui contenuti e/o sui processi sottesi nel gioco. Sarebbe del tutto superfluo fare lunghi discorsi per mettere in evidenza come si usano, ma sul pensiero che ne sta alla base una riflessione operativa può essere utile, in particolare per valorizzare al meglio alcune potenzialità di personalizzazione e di supporto all'autonomia che sono caratteristiche proprie dei giochi presentati e che possono risultare meno evidenti.

Relatori: Filippo Barbera , Ilaria Cervellin , Flavio Fogarolo , Chiara Onger

Filippo

Barbera

Ilaria

Cervellin

Flavio

Fogarolo

Chiara

Onger

Giochi didattici ed educativi: Giocadomino, ma non solo

SCUOLA DELL'INFANZIA

SCUOLA PRIMARIA

Il tavolo operativo vuole essere un'occasione per sperimentare concretamente le potenzialità di alcuni giochi didattici ed educativi presenti nel catalogo Erickson come Giocadomino, Giocaquattro, Le carte del Trenino, Sillabe in Gioco, Cosa fanno gli animali…

I giochi sono volutamente molto semplici, sia nelle regole che nel funzionamento proprio per consentire al giocatore di focalizzare l’attenzione sui contenuti e/o sui processi sottesi nel gioco. Sarebbe del tutto superfluo fare lunghi discorsi per mettere in evidenza come si usano, ma sul pensiero che ne sta alla base una riflessione operativa può essere utile, in particolare per valorizzare al meglio alcune potenzialità di personalizzazione e di supporto all'autonomia che sono caratteristiche proprie dei giochi presentati e che possono risultare meno evidenti.

Relatori: Filippo Barbera , Ilaria Cervellin , Flavio Fogarolo , Chiara Onger

Filippo

Barbera

Ilaria

Cervellin

Flavio

Fogarolo

Chiara

Onger

Giochi didattici ed educativi: Giocadomino, ma non solo

SCUOLA DELL'INFANZIA

SCUOLA PRIMARIA

Il tavolo operativo vuole essere un'occasione per sperimentare concretamente le potenzialità di alcuni giochi didattici ed educativi presenti nel catalogo Erickson come Giocadomino, Giocaquattro, Le carte del Trenino, Sillabe in Gioco, Cosa fanno gli animali…

I giochi sono volutamente molto semplici, sia nelle regole che nel funzionamento proprio per consentire al giocatore di focalizzare l’attenzione sui contenuti e/o sui processi sottesi nel gioco. Sarebbe del tutto superfluo fare lunghi discorsi per mettere in evidenza come si usano, ma sul pensiero che ne sta alla base una riflessione operativa può essere utile, in particolare per valorizzare al meglio alcune potenzialità di personalizzazione e di supporto all'autonomia che sono caratteristiche proprie dei giochi presentati e che possono risultare meno evidenti.

Relatori: Filippo Barbera , Ilaria Cervellin , Flavio Fogarolo , Chiara Onger

Filippo

Barbera

Ilaria

Cervellin

Flavio

Fogarolo

Chiara

Onger

Il gioco come autentico strumento di insegnamento-apprendimento

SCUOLA DELL'INFANZIA

SCUOLA PRIMARIA

Quando il gioco didattico entra a scuola svolge spesso, al massimo, una funzione subordinata, di supporto sul piano della motivazione o in generale del coinvolgimento emotivo, ma ben distinto dal vero insegnamento, sia esso tradizionale che innovativo.

In realtà anche a scuola "giocando si impara" e nel workshop si parlerà, anche con varie esemplificazioni operative, di come il gioco possa essere un fondamentale strumento per promuovere direttamente un apprendimento efficace anche sul piano delle competenze, dell'affinamento di strategie cognitive e per includere, educare, insegnare. Il gusto della sfida, la funzione sempre utile dell'errore, i rapporti sociali, l'importanza delle regole… sono ingredienti preziosi e irrinunciabili di un processo di apprendimento in cui, attraverso il gioco, il bambino svolge il ruolo di protagonista assoluto.

Durante il workshop saranno presentate alcune esperienze di insegnamento-apprendimento ludiche realizzate a scuola con alunni di diverse età, in particolare della scuola primaria e dell'infanzia, ed alcuni momenti di gioco a casa.

Molti stimoli nascono dalla sperimentazione sul campo di vari giochi didattici prodotti negli ultimi anni dal Centro Studi Erickson, a cui i relatori hanno partecipato.

Relatori: Filippo Barbera , Ilaria Cervellin , Flavio Fogarolo

Filippo

Barbera

Ilaria

Cervellin

Flavio

Fogarolo