Relatore/Relatrice


Cristina  Lazzari

Responsabile Servizio Famiglia e Minori, Comune di Rozzano

BIOGRAFIA

Assistente sociale specialista. Dal 1989 ha lavorato come operatore nei Servizi di Tutela della Provincia e del Comune di Milano. Dal 1997, come assistente sociale dipendente della Provincia di Milano, ha operato nell’ambito delle attività della L.285/97 occupandosi nello specifico di progetti innovativi, affido familiare e adozione.
Nel maggio 2018 ha avviato e svolto la propria attività presso il Punto Informativo del Tribunale per i Minorenni di Milano, frutto di un Protocollo d’Intesa tra la Provincia di Milano, il Tribunale per i Minorenni e la Procura della Repubblica. Da giugno 2013 lavora presso il Comune di Rozzano, dove attualmente è Responsabile del Servizio Famiglia e Minori.

 

Attività


Il community social work nella tutela minori: una Casa per fare insieme

La tutela di bambini e ragazzi non è competenza solo di alcune istituzioni prese singolarmente, ma è una responsabilità di tutta la comunità nel suo insieme. Diventa quindi fondamentale promuovere, o rafforzare laddove già presente, la collaborazione tra genitori, educatori, insegnanti, psicologi, assistenti sociali e cittadini per costruire una rete che possa accompagnare al meglio i minori nella loro crescita.

È questo l’obiettivo del progetto Texère, finanziato dalla fondazione Cariplo per il triennio 2017-2020, che vede i distretti 6 e 7 dell’ATS Milano Città Metropolitana, con capofila i comuni di Rozzano e Pieve Emanuele, impegnati nel pensare a nuove forme e modalità operative per stimolare la comunità a mettersi in ascolto delle necessità di bambini, ragazzi e famiglie. Una rete di persone afferenti ai Servizi Sociali, agli Enti di Terzo Settore, alle Scuole, alla Neuropsichiatria Infantile, alle organizzazioni di volontariato e alla comunità locale ha accolto la sfida di un bando per ripensare al proprio impegno con le famiglie in difficoltà. Un progetto che coinvolge 11 comuni che si stanno sperimentando nell'ottica della Community care con l’ambizione di non essere più solo fornitori di Servizi, ma stimolatori e co-costruttori di nuove forme d'aiuto.

Al centro vi è il desiderio di cambiamento, da sostenere e stimolare non solo nelle persone che si rivolgono ai servizi, ma anche e soprattutto negli operatori e nei professionisti dell’aiuto. Attraverso la voce di educatori e assistenti sociali coinvolti in prima persona nel progetto, nel simposio verranno messi in luce gli elementi chiave del community social work nell’ambito della tutela minori.

Relatori: Chiara Panciroli , Lia Giaveri , Stefano Panzeri , Anna  Guarnerio , Cristina  Lazzari , Emanuele  Resmini

Chiara

Panciroli

Lia

Giaveri

Stefano

Panzeri

Anna

Guarnerio

Cristina

Lazzari

Emanuele

Resmini