Relatore/Relatrice


Carlo Andorlini

Legambiente - Ufficio Nazionale Economia Civile e Scuola di Scienze Politiche e Sociali, Università di Firenze

Si occupa di contribuire all'innovazione delle organizzazioni del terzo settore, delle Istituzioni e dei contesti territoriali attraverso l'utilizzo del potenziale sociale, ambientale e culturale presente nelle comunità.

È docente all'Università di Firenze nel corso di Laurea in Disegno e gestione degli interventi sociali, presso la scuola Cesare Alfieri; è membro dell'Ufficio Nazionale Economia Civile di Legambiente e fa parte del Comitato tecnico-scientifico nazionale, è stato nominato membro del Consiglio nazionale del Terzo settore e collabora con vari soggetti in Italia, tra cui Cesvot, Fondazione Monte dei Paschi di Siena, Fondazione comunitaria del varesotto, Scuola Coop, Spazio Spadoni, ecc.

Ha pubblicato di recente: “Il Giusto Ufficio – Costruire luoghi di innovazione sociale aperta nei servizi sociali?” per Pacini Editore di Pisa di cui è codirettore nella collana New Fabric.

Attività


WS4. Promuovere la partecipazione dei giovani cittadini. Progetti ed esperienze di politiche giovanili

 

Pensare al tema partecipativo, collegato e connesso al variegato mondo giovanile, apre almeno tre dimensioni fondamentali per la buona riuscita di un processo di politica giovanile proattiva:

• il passaggio necessario dalla partecipazione al protagonismo responsabile;

• la «motivazione generatrice» o il «bisogno di riscatto» che permettono di uscire da una possibile deriva del «disorientamento immobilizzante»;

• le competenze dell'oggi molto spostate su atteggiamenti e abilità.

Cogliere nelle pratiche che riguardano progetti ed esperienze giovanili ricorrenze e punti fermi riferiti a queste tre aree è sostanziale per costruire continuamente e permanentemente una buona narrazione a cui riferirsi. Questi temi saranno trattati attraverso la presentazione e approfondimento di due esperienze. Il progetto Re&Ti (Risorse educanti e Territori inclusivi) che si è sviluppato nell’ambito della strategia di welfare territoriale "WE.CA.RE Welfare Cantiere Regionale - Strategia di innovazione Sociale della Regione Piemonte" ed è stato realizzato in alcuni Comuni appartenenti al territorio del Consorzio Socio-Assistenziale del Cuneese (CSAC). Il progetto vuole caratterizzarsi per la sua capacità di innovazione e coinvolgimento attivo dei bambini, dei ragazzi (attraverso la pratica dell’Advocacy Professionale) e degli adulti delle comunità locali. Il progetto è stato realizzato da un RTI di Cooperative Sociali: Cooperativa Sociale Animazione Valdocco (come capofila), Emmanuele, Momo, Insieme a Voi, Proposta 80.

Il progetto Cohousing Rosenbach, promosso dall’Ufficio politiche giovanili della Provincia di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto per l’edilizia sociale e gestito da Irecoop Alto Adige Sudtirol in ATI con la Cooperativa @altrimondi, si è svolto a Bolzano nel triennio 2017-2020. Obiettivo principale quello di favorire l’autonomia abitativa dei giovani under 35, promuovendo la cittadinanza attiva. Il progetto vede nei giovani, persone con passioni da valorizzare e sviluppare e, a partire da ciò, li accompagna nella creazione di micro-azioni culturali che hanno in comune l’obiettivo di favorire le relazioni all’interno della comunità di riferimento.

 

Relatori: Carlo Andorlini , Davide Pusceddu , Teresa Pedretti

Carlo

Andorlini

Davide

Pusceddu

Teresa

Pedretti