Relatore/Relatrice


Giampiero Griffo

Membro del consiglio mondiale Disabled People's International

BIOGRAFIA

Laureato in filosofia e con formazione nel campo del diritto, è Co-direttore del Center for governmentality and disability studies Robert Castel dell’Università “Suor Orsola Benincasa” di Napoli, membro italiano dell’European Accademic network on disability. Attivo nell’associazionismo di difesa dei diritti umani delle persone con disabilità fin dal 1972 a livello locale, nazionale ed internazionale, è membro del consiglio mondiale di Disabled Peoples International, del board dell’European Disability Forum e della Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap. Presidente della Rete italiana disabilità e sviluppo ha collaborato come esperto in progetti europei e di cooperazione internazionale ha pubblicato articoli, volumi e ricerche a livello nazionale ed internazionale in 4 lingue. Ha partecipato come advisor nella delegazione italiana che ha scritto la Convenzione sui diritti delle persone con disabilità delle Nazioni Unite.

Attività


Dal welfare di protezione al welfare di inclusione; il pieno rispetto della CRPD

Relatori: Giampiero Griffo

Giampiero

Griffo

WS1. Riflessioni sull’economia politica della segregazione delle persone con disabilità

Segregazione: una parola dura che richiama una dimensione non tollerabile dell’esistenza. Ma quando si parla di persone con disabilità, definire il concetto di segregazione diventa ancora più difficile, complesso e sfumato. Situazioni e condizioni che la grande parte della popolazione non considererebbe rispettose della propria dignità possono diventare, per le persone con disabilità, accettabili, realistiche persino desiderabili. Basti pensare all’impossibilità di poter scegliere dove e con chi vivere o l’essere obbligate a rimanere in una particolare sistemazione.  La pandemia da Covid-19 ha inoltre avuto un ulteriore impatto negativo in questo senso: la situazione sanitaria ha infatti colpito in maniera sproporzionata le persone con disabilità, facendo emergere criticità nell’accesso ai diritti e nei sostegni alla loro partecipazione.  L’attuale welfare di protezione, nato in periodi di crisi, non ha protetto queste persone negli interventi di emergenza, nel triage medico, nel lockdown dei servizi, nell’inclusione educativa, anzi le ha rese invisibili. La titolarità dei diritti umani introdotto dalla CRPD non viene applicata nei welfare regionali in Italia. È quindi necessario trasformare il nostro welfare verso obiettivi di inclusione, empowerment, abilitazione e piena partecipazione, rimanendo al tempo stesso ancorati alle comunità, alla personalizzazione degli interventi e al proprio ambiente di vita. 

Il presente workshop quindi, oltre ad essere l’occasione per riflettere e provare a definire quando e in che condizioni si realizzi la segregazione delle persone con disabilità, proporrà una riflessione sull’impatto che la pandemia da Covid-19 ha avuto sulle persone con disabilità.

 

Relatori: Giampiero Griffo , Giovanni Merlo , Ciro Tarantino

Giampiero

Griffo

Giovanni

Merlo

Ciro

Tarantino